moreweb

Piano editoriale: come creare la strategia da seguire su Instagram e non solo.

Perché avere un Piano editoriale Instagram?

Ogni strumento di marketing per essere efficace necessita di una strategia. Anche Instagram quindi, se utilizzato in maniera professionale, ha bisogno di una strategia. Il primo step è fissare l’obiettivo principale da raggiungere: vendita, brand awareness, community, posizionamento, follower. Dopo aver capito quale sia l’obiettivo principale del proprio profilo bisogna cominciare l’analisi.

Ecco come costruire un piano editoriale Instagram.

copertina_piano_editoriale

analisi del brand

Il punto di partenza per una strategia corretta è sempre quello di analizzare il proprio brand. Capire quali bisogni va a soddisfare, quali pecche ha e come va a migliorare la vita di coloro che lo acquistano.

L’altro aspetto da dover sempre tenere presente sono le buyer personas, ovvero le persone che idealmente potrebbero acquistare il prodotto/servizio in vendita. È per questo che bisogna considerare le loro necessità così da poter strutturare un piano editoriale Instagram che coinvolga attivamente il pubblico e costruisca una community.

Ecco le domande a cui bisogna rispondersi in maniera più precisa possibile prima di cominciare a pensare ai contenuti:

  1. perché acquistare il mio prodotto?
  2. cosa differenzia il mio prodotto da quello dei competitor?
  3. perchè non acquistare il mio prodotto?
  4. quali paure e bisogni ha il mio target?
  5. quali sogni o desideri ha il mio target?

analisi competitor

Un altro degli aspetti più importanti è individuare i propri competitor. All’interno del proprio mercato ci saranno alcuni brand che realizzano lo stesso prodotto/servizio. L’analisi allora partirà anche da loro, sia per identificare gli elementi in comune, sia per capire qual è la differenza del loro brand rispetto al tuo. 

A questo punto, anche in questo caso ci saranno alcune domande a cui rispondere:

  1. cosa ti piace
  2. cosa non ti piace
  3. canali social presidiati
  4. rubriche che mettono in atto
  5. moodboard (immagini e colori caratterizzanti)
 
A partire da queste risposte sarà il momento di individuare gli elementi che vorrai avere in comune, quelli che vorrai riproporre sotto altre forme e quelli che invece non ti interessano. Avere un metro di paragone non è da interpretare come “copiare”. Riproporre nello stesso modo identico lo stesso prodotto non permetterà al tuo brand di svilupparsi. Questo deve essere solo un punto di partenza che ti fornisce delle basi da cui partire

come creare il piano editoriale

La creazione del piano editoriale è l’elemento fondamentale per la creazione di una strategia. A seconda degli obiettivi e della tipologia di attività potrebbe essere settimanale, mensile o trimestrale. Il piano editoriale è una guida da seguire dalla quale però ci si può talvolta anche discostare in caso di avvenimenti non prevedibili o novità. 

Ecco come puoi pianificare la tua presenza sui social media in base a tre importanti fattori: argomento, motivazione e frequenza.

1. argomento:
dopo esserti assicurato che gli argomenti che scegli siano rilevanti per il tuo pubblico stabilisci i tuoi obiettivi. Gli argomenti dovrebbero riflettere la tua missione, valori e obiettivi aziendali.
A questo punto è d’obbligo una ricerca delle parole chiave: questo ti permetterà di creare contenuti ottimizzati per i motori di ricerca e migliorare la visibilità online anche sui social media.

2. motivazione:
definisci il tuo messaggio assicurandoti che sia chiaro e coerente con la tua motivazione.
L’identità visiva sarà un valido sostegno per il messaggio che vorrai comunicare, in quanto anche tramite colori e grafiche sarà veicolato il tuo messaggio. 

Ricordati di motivare sempre il tuo pubblico: crea contenuti interattivi, ponigli domande, richiedi suggerimenti e opinioni. Per costituire una community è fondamentale far sì che gli utenti si sentano parte di un gruppo e che che percepiscano che la loro opinione conta.

3. frequenza:
stabilisci una frequenza di pubblicazione. Per ogni tematica identifica una frequenza di pubblicazione mantenendo sempre una coerenza visiva e logica dei tuoi contenuti.

Per comprendere se il tuo lavoro sta portando ai frutti desiderati monitora i risultati e le analitiche di Instagram. Adatta a questo punto i contenuti alle interazioni e ai risultati ottenuti. L’orario migliore non esiste in assoluto, ma esistono momenti della giornata in cui sarà più probabile trovare il tuo pubblico attivo. Rimani flessibile e utilizza i dati come un sostegno non come un’imposizione.

tematiche

Ecco di seguito alcuni spunti di tematiche che potrebbero essere inserite all’interno del piano editoriale:

  1. citazioni: ovvero frasi esterne di altri autori, artisti o interne quindi originali, oppure concetti grafici e testuali rielaborati che trasmettono i concetti chiave del brand. La captino sarà più lunga poiché dovrà andare a spiegare come la citazione si associa al brand.
  2. real time: post basati sulle ultime notizie globali.
  3. post tecnici: spiegano e racontano concetti tecnici, solitamente tramite carosello in quanto sono più lunghi.
  4. post per la community: sono dei post pensati per coinvolgere la propria community e a creare valore.
  5. media: post editoriali o giornalistici che riportano fatti come ad esempio notizie o campagne pubblicitarie.
  6. news: post rubrica dove ci sono le novità della settimana/mese
  7. post mindset: relativi alla crescita personale e all’equilibrio mentale utilizzati per trasmettere i valori del brand.
  8. contenuto commerciale: post di grande interezze che punta ad interazioni e ad attrarre persone nuove e interessate.


Per ogni tematica selezionata bisognerà indicare nella propria strategia la quantità in percentuale o in quantità di post che andrà ad occupare nel piano editoriale.

suggerimenti

Ecco alcuni suggerimenti da seguire durante la tua pianificazione:

  • Instagram consiglia di pubblicare un post al giorno, se ciò non fosse possibile è da considerare la pubblicazione di almeno 2/3 post a settimana per mantenere almeno una pubblicazione costante.
  • quando crei i reels utilizza musiche/formati di tendenza. ricordati di inserire sempre per prima cosa una con frase “gancio”.
  • non arrivar all’ultimo, ogni 15 del mese crea il piano editoriale per il mese successivo. È possibile aggiungere contenuti eventualmente ma è importante mantenere una costanza.
  • controllare giornate internazionali e festività regionali per decidere la programmazione. Infatti è bene tenere presente se il tuo pubblico sarà più o meno attività probabilmente nelle giornate in cui decidi di pubblicare.
  • coerenza: mantenere sempre lo stesso tone of voice, colori, linea grafica, stesse idee e opinioni. Questo sarà fondamentale per renderti riconoscibile e costruire una community solida.
 

Questi sono solo alcuni dei consiglietti base che ti possono servire per costruire il tuo piano editoriale. Iscriviti alla newsletter se vuoi sapere quando uscirà il prossimo articolo sulla programmazione social!

richiedi una consulenza

raccontami di più sul tuo brand e il tuo progetto, scopriremo insieme quali sono le tue necessità.